Canale 5 è un canale televisivo italiano privato diffuso a livello nazionale edito da Mediaset, di cui è la rete "ammiraglia", nonché primo canale privato sul piano degli ascolti televisivi.

costituire srl online dating-89

Costituire srl online dating updating from a higher

Nel 1982 il programma Speciale Canale 5 - News diventa Canale 5 News e va in onda una o due volte alla settimana in seconda serata.

Nel novembre 1983 il pubblico televisivo del Prime Time (20,30-23,00) secondo l'ISTEL era così suddiviso: Nel primo decennio di trasmissioni, nascono anche alcuni programmi che segneranno la storia di Canale 5 anche nei seguenti anni: alla fine del 1984 sbarca su Canale 5 lo storico settimanale Nonsolomoda (nato l'anno precedente su Rete 4), che diventerà il programma più longevo della rete e si concluderà nel 2012, dopo 29 anni.

Intanto la società televisiva di Silvio Berlusconi si espande: nel giugno 1983 acquista Italia 1 da Edilio Rusconi, mentre nell'agosto 1984 rileva anche Rete 4 dal gruppo Mondadori (dopo questa acquisizione Dynasty trasloca su Canale 5); da ciò consegue una precisa organizzazione gerarchica delle tre reti: Canale 5 (l'unica rete televisiva da sempre gestita da Berlusconi) diventa l'ammiraglia del gruppo, destinata a tutta la famiglia; Italia 1, dall'identità innovativa e dinamica, si rivolge ad un pubblico giovane e maschile, e infine Rete 4, la rete più tradizionalista, è dedicata ad un pubblico maturo e femminile.

Nell'ottobre 1984 la RAI presenta un esposto contro la Fininvest che di fatto viola la legge sul monopolio radiotelevisivo (questa legge prevedeva che solo la RAI, in quanto pubblica, possa trasmettere su scala nazionale, mentre canali radiofonici e/o televisivi privati possono trasmettere al massimo a livello regionale) e le tre reti del gruppo vengono oscurate (continuando a trasmettere nella sola Lombardia), ma il Presidente del Consiglio Bettino Craxi, sodale di Berlusconi, torna frettolosamente da un viaggio ufficiale a Londra (20 ottobre 1984) per firmare un decreto-legge ribattezzato Decreto Berlusconi (poi convertito in legge due anni più tardi), che legalizza la trasmissione via etere a livello nazionale delle emittenti radiotelevisive private, abrogando così la legge del monopolio RAI; in seguito a ciò Canale 5, Italia 1 e Rete 4 possono nuovamente trasmettere su tutto il territorio italiano.

Il 30 settembre 1980 Canale 5 inizia le trasmissioni del suo circuito in tutto il nord, mentre al centro e al sud, già da qualche mese, si riceve Canale 10 (circuito che ha la stessa programmazione e proprietà di Canale 5).

In Lombardia la programmazione di Canale 5 copre tutta quanta la giornata, mentre nelle altre regioni la programmazione avviene solo nelle ore serali oppure a partire dalla tarda mattinata grazie all'interconnessione con le emittenti locali associate al suo circuito.

Altri appuntamenti storici dell'emittente nati in quegli anni sono il Maurizio Costanzo Show, nato nel 1982 in prima serata su Rete 4, che, dopo l'acquisizione di quest'ultima rete da parte della Fininvest, traslocherà sull'ammiraglia il 23 gennaio 1986, insediandosi nella seconda serata della rete rimanendovi per circa vent'anni, terminando definitivamente il suo ciclo nel dicembre del 2009, e Buona domenica, portato agli esordi da Corrado e Maurizio Costanzo nel 1985 e andato in onda fino al 1987; nella stagione 1987-88 lascia il posto ad un nuovo contenitore domenicale intitolato La giostra condotto da Enrica Bonaccorti, che tuttavia non avrà successo e, nelle stagioni successive, lascerà il posto a telefilm e quiz fino all'autunno 1991, quando sarà ripreso Buona domenica.

Da una costola del noto contenitore domenicale nasce anche un altro programma di successo, Forum condotto da Catherine Spaak, all'interno del quale va in onda prima di diventare autonomo con la conduzione di Rita dalla Chiesa; Forum è attualmente in onda ed è il programma più longevo delle reti Mediaset.

Quando inizia a trasmettere via etere trasferisce gli studi nel Palazzo dei Cigni.